Banner ElectricBikes

Consigli per gli acquisti della Bicicletta

Consigli fondamentali per l'acquisto della bicicletta più adatta alle proprie esigenze.

Le biciclette sono di vari tipi e misure: una prima facile divisione è quella tra bici da città o "da passeggio", biciclette da corsa, mountain bike/off-road/trekking. In quasi tutte queste categorie esiste la distinzione tra telaio da uomo e telaio da donna.

Tralasciamo le bici da corsa e le mountain bike più tecniche per concentrarci esclusivamente sulle biciclette da città e sulle altre categorie utilizzabili, se opportunamente attrezzate, sia per la città che per brevi o lunghe escursioni fuoriporta.

Quelle che una volta erano le biciclette da città, oggi grazie ai progressi introdotti dalla MTB (mountain bike), si sono molto evolute, diventando ottime compagne di strada anche per gite, solitarie o in compagnia, di diverse decine di chilometri.

Le biciclette considerate da passeggio sono state "contaminate" sia dalla mtb che dall’enorme progresso tecnico che hanno avuto le biciclette da corsa, diventando ottime biciclette per le lunghe distanze e per tutti i terreni. Sono nate, in anni relativamente recenti, le biciclette cosiddette “ibride” da cicloturismo e da trekking.

Dalla mtb si è preso spunto per la sezione dei pneumatici, per l'efficienza dei sistemi frenanti, per la forma, in gergo tecnico "geometria", del telaio, per la novità della forcella ammortizzata; dalla bici da corsa o da ciclo turismo si è mantenuto il diametro della ruota che consente soprattutto uno sviluppo maggiore della pedalata che unita alla sezione stretta migliora la scorrevolezza, l'impostazione del manubrio che consente una ampia gamma di posizioni diverse, utili a ridurre la fatica sulle lunghe distanze (non è certo il caso per le bici da città).

All'interno delle categorie principali, esistono vari sottogruppi, caratterizzati:

- dall'uso specifico che se ne vuole fare,
- dal livello degli "allestimenti" o accessori desiderati,
- da costi differenti.

Che cosa determina il prezzo di una bicicletta?
In estrema sintesi la risposta più facile è: dall'insieme della componentistica. Analizziamo quindi quali sono le componenti che definiscono la qualità e quindi il prezzo di una bicicletta.

Il primo fattore che determina il prezzo è il telaio, che può essere di acciaio, alluminio, carbonio, titanio. Oggi nel segmento corsa e mountain-bike la tendenza è verso il carbonio e l'alluminio di livello alto, mentre l'attuale standard di una buona bicicletta da città è l'alluminio "primo prezzo", che non significa scadente. Sicuramente rispetto all'acciaio, o al ferro che spesso ancora si usa per i modelli più economici, l'alluminio classe 6000 e 7000 è già una ottima partenza. Oggi i telai di alluminio hanno subito un calo significativo di prezzo, grazie soprattutto alla loro enorme diffusione e alla concentrazione su poche misure e pochi modelli differenti, quindi ad una industrializzazione in grande serie.

Ma il telaio non è l'unica variabile che determina il prezzo. Importante almeno quanto il telaio è il "gruppo", termine che indica l'insieme di: cambio anteriore e posteriore, corone e pignoni, pedivelle, movimento centrale, leve freni e freni, mozzi delle ruote, blocco dello sterzo, il tipo di batterie, il carica batteri, la presenza di un ciclocomputer, ecc. Anche in questo caso la produzione industriale standardizzata ha consentito importanti riduzioni di costo.

E non è tutto, mancano ancora sella e tubo reggisella, attacco manubrio e manubrio, parafanghi, ruote, fanaleria, campanello e, indispensabile per la città portapacchi ed un buon paio di borse posteriori.

Tranne che per le specialissime da corsa, dove la ricerca della leggerezza unita alla resistenza è estrema, ormai è "di serie" quello che fino a pochi anni fa era un optional molto richiesto: la forcella ammortizzata. Decisamente utile anche sulla bicicletta da città, soprattutto per un maggior confort di marcia dato lo stato delle nostre strade..


Ovviamente si può scegliere di provare con un modello a basso costo e poi, se vi diverte, passare ad un modello più costoso, ma c'è da dire che la differenza si sente molto, ossia portare una bici con ottimi cambi, ottimi freni e buone finiture (manopole, sella, copertoni, pedali) è molto più piacevole, veloce e divertente che non portarne una di “basso prezzo” o un "cancello arrugginito" che vi fa bestemmiare perchè cigola, le marce saltano, i freni non frenano etc..





Indice
Copyright © 2013 ElectricBikes Via Centonze, 221 - Messina (ME) Cap. 98100 - Tel/Fax: 090.2401092 - Partita IVA: 03032620837
Powered by Zen Cart
- Managed by D-Tekweb